(IN) Netweek

BERGAMO

«Cerchiamo programmatori Java per dare loro straordinarie opportunità  professionali» Roberto Cocchi, AD della software house che ha tra i propri clienti 24 delle 100 banche più importanti al mondo, spiega perchè l’azienda é pronta a ingrandirsi

Share

Mettetevi nei panni di una grande casa automobilistica che ha il brevetto per costruire una fuoriserie, ha la fabbrica già in linea per l'allestimento del nuovo modello, ha persino decine di prenotazioni da parte di clienti desiderosi di mettersi al volante al più presto, ma non ha la manodopera sufficiente per iniziare la produzione nonostante sia disposta a pagarla fior di denari.

Non è bello, eppure accade: «Per l'esattezza sta accadendo a noi di Soft Solutions - spiega l'Amministratore delegato, dottor Roberto Cocchi - La nostra software house, operativa da oltre 20 anni e ormai punto di riferimento in campo informatico per almeno 24 delle 100 banche più importanti al mondo, grazie al know-how maturato fino a oggi ha messo a punto software di trading per obbligazioni attraverso i quali esponiamo i i beni finanziari degli istituti di credito sui mercati internazionali dei capitali. Ebbene, alla luce della rapida trasformazione che i mercati stanno vivendo in questi anni, sono sempre più numerose le richieste per nuovi prodotti che giungono sui nostri tavoli. Fino adesso, con grande impegno, abbiamo soddisfatto ogni commessa, ma ora i nostri 34 collaboratori (26 dipendenti e 8 consulenti, ndr) hanno bisogno di aiuto. Sono mesi che stiamo cercando persone in gamba, con conoscenze di linguaggio Java, che vogliano mettersi in gioco insieme a noi, ma finora non abbiamo trovato quello che cerchiamo».

Ecco allora il profilo che Soft Solutions sta ricercando: «Abbiamo bisogno di sviluppatori Java di qualsiasi età, appassionati, desiderosi di entrare nei meccanismi più delicati dei mercati finanziari, pronti a confrontarsi con i più alti dirigenti governativi per predisporre piattaforme sulle quali transiteranno somme di denaro enormi perché regolate dagli Stati Nazionali in base al loro debito pubblico. Lavorando con noi si avrà la possibilità di viaggiare, di confrontarsi con altre culture, di conoscere professionisti di grande spessore e di entrare in contatto con ambienti caratterizzati da un altissimo livello di preparazione. Persone come noi, che però sono chiamate, anche attraverso i software che mettiamo a punto in Soft Solutions, a prendere decisioni importanti trasferendo ingenti capitali. Chi è curioso, chi ha voglia di fare e di imparare, chi è pronto ad ascoltare e a impegnarsi per dare risposte concrete

alle richieste che gli arriveranno può entrare nella nostra squadra con uno stipendio iniziale pari a 27.000 euro/anno. Poi, chiaramente, in Soft Solutions le opportunità di carriera non mancano». Perché tanta urgenza proprio adesso? «Perché i mercati si stanno trasformando e ci sono persino osservatori pronti a giurare che da qui a 10 anni il mondo finanziario sarà completamente cambiato. In azienda abbiamo tutti gli strumenti e i mezzi per agevolare questa profonda trasformazione grazie ai nostri software, abbiamo anche decine di richieste da parte di grandi clienti che desiderano prodotti specifici. Ma al momento, a causa della mancanza di programmatori Java, non riusciamo a soddisfarle. Io sono convinto che sui nostri territori ci siano veramente persone di grande talento, per questo mi espongo in prima persona facendo sapere che noi ci siamo e siamo una florida realtà del settore informatico. Ora aspettiamo i candidati».

Il mondo cambia, anche i giovani dovrebbero avere il coraggio di cambiare aprendo davanti a sé nuove prospettive professionali.

Leggi tutte le notizie su "Bergamo"
Edizione digitale

Autore:afm

Pubblicato il: 09 Dicembre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.